2 settembre 2019 Nawame, Vlog e articoli 0

Come pulire le corde

Le corde si possono sporcare in due modi: attraverso il contatto con pavimenti o altre superfici e oggetti oppure entrando con il corpo del bottom..

Riguardo al pulire le corde è bene fare una premessa importante: i lavaggi sfibrano e riducono la capacità di carico della corda. Questo significa che per preparare alcuni tipi di corda molto rigidi e ruvidi possiamo bollire la corda all’inizio per renderla più morbida, ma poi è bene evitare di lavarla ulteriormente per non danneggiarla.

Soprattutto le corde più delicate (ad esempio le asanawa giapponesi) sono più sensibili a questi trattamenti rispetto a corde più resistenti (come quelle in canapa o lino).

Eventualmente potremo riservare al gioco a terra le corde che si sono indebolite.

.

Contatto con superfici non pulite

A casa possiamo essere sufficientemente sicuri della pulizia dei pavimenti e dei mobili ed è difficile contrarre qualche malattia da una corda che ha toccato una qualche superficie; quando invece siamo all’aperto o in luoghi che non conosciamo è buona norma stendere per terra un asciugamano, un telo o un tappetino sul quale giocare con le corde..

Se le corde si fossero semplicemente un po’ impolverate, possiamo prima avvolgerle in spire ampie e sbatterle su una superficie pulita, quindi pulirle sommariamente passandole con una spugnetta inumidita magari con un po’ di disinfettante tipo ipoclorito di sodio (Amuchina).

Se invece le corde si sono sporcate pesantemente – con terra o altro – è necessario lavarle in lavatrice ad almeno 40°C aggiungendo del disinfettante nelle dosi consigliate.

Attenzione che, come già detto, un lavaggio di questo tipo indebolirà la corda.

.

Contatto con il corpo

La faccenda si complica quando le corde toccano la pelle del bottom e entrano in contatto con i suoi fluidi corporei.

Innanzitutto è importante informare il partner di eventuali malattie trasmissibili; questo ci consentirà di mettere in atto le dovute precauzioni, come destinare un set di corde a quello specifico partner oppure non legare direttamente sulla pelle o nelle zone intime.

Dobbiamo tenere presente innanzitutto che essere infettati attraverso le corde non è così semplice e immediato: innanzitutto le corde vengono generalmente messe su della cute integra e queste rende difficile una contaminazione tramite eventuali agenti patogeni o residui organici eventualmente presenti sulle corde. Inoltre il nostro corpo è capace di difendersi dai più comuni attacchi provenienti da agenti esterni e le corde non sono un terreno fertile per virus e batteri tanto che la maggior parte di essi muore nel giro di qualche giorno se non trova un organismo che li ospiti. Anche eventuali contagi di alcune malattie tramite sudore sono molto rari.

Tuttavia ci può essere un rischio di contagio se le corde vengono sporcate da secrezioni vaginali, sperma, feci o residui organici e poi entrano a contatto con le mucose (bocca, pene, vagina, ano). Ovviamente stiamo parlando di corde che potrebbero essere usate da persone diverse.

In questo caso

  • passare sulla corda una salviettina disinfettante,
  • bollire la corda per alcuni minuti,
  • tenere la corda in forno per alcuni minuti,
  • passare sulla corda olio o cera,
  • passare la corda sopra un fornello

non serve a niente.

Per disinfettare una corda sarebbe necessario bollirla per almeno dieci minuti, immergerla in una soluzione disinfettante per un tempo sufficiente, tenerla in forno a 150° per due ore o ancora usare macchinari professionali ad alte temperature, tutti trattamenti che danneggerebbero la corda stessa.

.

Una soluzione più semplice

Ovviamente tutte queste considerazioni non hanno importanza se facciamo bondage sempre con la stessa persona.

Se invece abbiamo più partner la soluzione migliore è quella di regalare al bottom la corda che è stata usata nelle parti intime, corda che poi chi è stato legato potrà portare con sé per future sessioni. Inoltre questa corda “da intimo” potrà anche essere lavata in quanto poi sarà riservata a usi specifici.

Riservare una corda personale o regalare al bottom la corda che si è usata in zone intime è un gesto di rispetto che vi qualificherà come rigger attenti e preparati!

.

.



Riguardo l'autore

Andrea:

Disclaimer e Privacy Policy

Questo sito è riservato a un pubblico adulto e contiene immagini che possono urtare la sensibilità di alcune persone.
Il bondage è un’attività pericolosa; i proprietari di questo sito non sono responsabili di eventuali danni da essa derivanti.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se si vuole saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, si prega di consultare la cookie policy.

Accettando questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, si certifica di essere maggiorenni, di avere il diritto di visionare tali contenuti, di essere a conoscenza dei rischi derivanti dal praticare bondage e di acconsentire all’uso dei cookie.