Le quattro C delle corde

Click to download

I fondamenti dello shibari si fondano su quattro elementi connessi tra loro, ovvero sulle “4 C”.

Lo shibari è una pratica potente, fisicamente ed emotivamente, ed è proprio per questa intensità che lo contraddistingue che noi lo amiamo. Questa pratica implica una conoscenza dei rischi e un continuo controllo per prevenirli.

Solitamente pensiamo ai rischi fisici ma questa pratica può esporre a rischi emotivi che possono lasciare ferite invisibili, dolorose e durature. Lo shibari è una pratica nella quale ciascuno dei partecipanti ha delle responsabilità sulla sicurezza fisica e psicologica.

Alcune associazioni francesi hanno redatto un volantino su questi argomenti e la versione italiana è stata curata e tradotta da La quarta corda e da Red Lily e ne presentiamo il contenuto in questa pagina.

Potete scaricare questa brochure cliccando qui.

Click to download

CONFIDENZA

Siate certi di poter riporre la vostra fiducia nel vostro partner.

CONSENSO

Impegnatevi a rispettare il consenso.

COSCIENZA

Praticate in uno stato di coscienza non alterata.

COMUNICAZIONE

Mantenete sempre attivo il dialogo.

CONFIDENZA

Prima dei legami di corde, tessete dei legami di fiducia!
Prendetevi il tempo necessario per conoscere la persona con cui giocherete, senza basarvi solamente su qualche bella foto vista su internet.
Se avete qualche dubbio, sempre meglio non praticare!

Prima di fare pratica con un nuovo partner

  • Prendetevi del tempo per costruire con il partner un legame di fiducia.
  • Informatevi su questo partner e verificatene le referenze da parte di più persone di cui vi fidate (che magari abbiano già praticato con questa persona).

Durante una sessione con un nuovo partner

  • Prendete precauzioni (avvertite una persona a voi vicina, scegliete una parola di sicurezza, fatevi accompagnare da una persona di fiducia).
  • Privilegiate gli spazi collettivi come i gruppi locali di shibari e i peer rope.

Durante una sessione di corde

Rispettate la fiducia che vi è stata donata.

CONSENSO

Il rispetto del consenso è alla base della pratica dello shibari ed è importante sapere su quali aspetti della sessione dovremo chiedere ed esprimere il nostro consenso. Le scelte del partner vanno accettate e rispettate.

Prima di una sessione di corde

  • Chiedetevi che cosa cercate in questa pratica (estetica, erotismo, D/s, SM, acrobazie, relax, ecc.), parlatene con il vostro futuro partner e assicuratevi che i vostri intenti si accordino.
  • Segnalate ogni problema di salute, ogni difficoltà di tipo anatomico, psicologico e ogni cosa che possa necessitare di attenzione.
  • Scegliete la/le parola/e di sicurezza (safeword) e concordate le reazioni immediate alla pronuncia di questa/e parola/e.
  • Fissate i limiti corporali (viso, capelli, parti intime, ecc.) e di pratiche (nudità, carezze, impact play, sesso, stimolazioni di vario genere, ecc.). I limiti sono validi per una sessione e dovranno essere rivisti ogni volta.

Durante una sessione di corde

  • Come in uno sport intenso, gli ormoni (adrenalina, endorfine, ossitocina, dopamine) secreti dal corpo di tutti i partecipanti, possono portare a uno stato di coscienza alterata. In queste condizioni i limiti che erano stati stabiliti precedentemente non devono essere ridiscussi. Al contrario potrete ritirare il vostro consenso in ogni momento della sessione.

COSCIENZA

Praticare nel pieno possesso delle vostre capacità contribuisce alla sicurezza.

Durante una sessione di corde

  • La pratica va sempre svolta in uno stato di coscienza non alterata.

Non praticate se siete

  • stanchi o malati,
  • sotto un impeto emotivo intenso (rabbia, tristezza, collera, ecc.),
  • sotto l’effetto di sostanze lecite (medicinali, alcool) o illecite (droghe).

COMUNICAZIONE

Le corde non sono nè manette nè catene. L’unica chiave che possediamo è la comunicazione.

Prima, durante e dopo una sessione di corde

  • Mantenete il dialogo.

Dopo una sessione di corde

  • Prendetevi cura del vostro partner (aftercare).
  • Non esitate a confrontarvi su quello che vi è piaciuto o meno.

Come persona che lega, fate attenzione a

  • non lasciare mai la persona legata sola senza sorveglianza,
  • prevedere tutto quello che può ostacolare la comunicazione (luoghi rumorosi, incapacità di esprimersi, respirazone difficile, difficoltà fisiche),
  • stare attenti al vostro partner e valutare la vostra capacità di adattarvi e reagire in funzione alle difficoltà espresse o percepite.

Come persona legata, fate attenzione a

  • conoscere, accettare e comunicare i vostri limiti,
  • segnalare immediatamente una situazione non desiderata o anomala.

Qualunque sia il vostro ruolo

  • esercitate il vostro libero arbitrio,
  • siate capaci di esprimervi senza sensi di colpa,
  • verificate la possibilità di dire “no”, qualunque sia la situazione, la reputazione o il vostro legame con il partner.

Questa pagina è stata creata basandosi su un volantino redatto da alcune associazioni francesi di shibari (Lyon shibari, Au fil des cordes, Asso EDO, Kinky Club) per informare sui presupposti che deve avere una sessione di bondage sicura e piacevole.
La versione italiana è stata curata e tradotta da La quarta corda e da Red Lily.
Concept grafico: Rimou
Illustrazioni: Crobard

Potete scaricare il volantino cliccando qui: DOWNLOAD PDF

Questo PDF e il contenuto di questa pagina é in licenza Creative Commons CC BY-NC-ND (è possibile la condivisione citando gli autori, senza modificare l’originale e non a scopi commerciali).

Disclaimer e Privacy Policy

Questo sito è riservato a un pubblico adulto e contiene immagini che possono urtare la sensibilità di alcune persone.
Il bondage è un’attività pericolosa; i proprietari di questo sito non sono responsabili di eventuali danni da essa derivanti.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se si vuole saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, si prega di consultare la cookie policy.

Accettando questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, si certifica di essere maggiorenni, di avere il diritto di visionare tali contenuti, di essere a conoscenza dei rischi derivanti dal praticare bondage e di acconsentire all’uso dei cookie.